Maltempo in Sicilia, vento e mare mosso: danni a Palermo, stop ai collegamenti marittimi

Sono soprattutto le Isole Eolie a pagare la fase di maltempo che si sta abbattendo sulla Sicilia: l’arcipelago è infatti isolato a causa del mare Forza 6 e raffiche di vento da ponente, che per tutta la notte hanno raggiunto i 50 chilometri orari, mentre disagi e interruzioni si registrano anche nelle Egadi e nelle Pelagie, da Pantelleria a Lampedusa.

I disagi sono relativi a tutte le persone che lavorano sulle Isole e alle varie tipologie di rifornimenti: a Milazzo sono bloccati insegnanti, impiegati e medici e i camion che trasportano derrate alimentari e carburante. Nella rada di Lipari sono ferme quattro navi cisterna che non possono attraccare. Stop agli aliscafi anche da Palermo a Ustica e ai traghetti da e per Napoli (quest’ultimi potrebbero riprendere verso le 13).

Il vento ha inoltre provocato danni per le vie di Palermo: numerosi gli alberi caduti e i tabelloni pubblicitari pericolanti; i vigili del fuoco sono dovuti intervenire anche in viale Diana e a Tommaso Natale, dove in piazza Rossi é caduto un muro. Mentre ieri sera in corso Vittorio Emanuele una ragazza di 25 é stata colpita al volto dal crollo di un cornicione (dimessa in tarda notte dall’ospedale con una prognosi di 5 giorni).

Le previsioni meteo, però, non sembrano essere portatrici di buone notizie: tra oggi e domani, l’ondata di vento artico insisterà anche Sicilia e Calabria; si prevedono piogge sparse e raffiche di vento e temperature in ribasso.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI