Luca-Casarini
Luca Casarini.

Mare Jonio, l’indagato Luca Casarini: “Non ho violato alcuna legge”

“Io non ho violato alcuna legge e ho rispettato tutte le convenzioni internazionali. C’è qualcuno che invece sta violando le leggi sulla base di un mandato a tempo”.

Lo dice il capo missione di Mediterranea Luca Casarini il cui nome è stato iscritto oggi nel registro degli indagati della procura di Agrigento, dicendosi “tranquillo” per il prosieguo dell’inchiesta. “Vediamo se è più criminale chi salva vite e le porta in un porto sicuro – ha aggiunto – o chi le respinge e le costringe ad andare nei campi di concentramento in Libia o a morire in mare”.

Questa indagine, dice ancora il capo missione a bordo della Mare Jonio, “è una grande occasione per poter finalmente affrontare in una sede giudiziaria il grande tema del salvataggio delle vite in mare che è superiore di fronte a qualsiasi decreto”.

È un tema che è strettamente legato alle condizioni della Libia. “Un paese – dice Casarini – dove migliaia di persone sono detenute nei campi di concentramento e sottoposte a torture”. Dunque, conclude, “sono quasi contento che mi si dia la possibilità di aprire questa grande questione senza ideologie e senza propaganda, in una sede giudiziaria. Produrremo qualsiasi elemento utile a far chiarezza, perché la Libia non ha una zona Sar e perché la Libia non è un porto sicuro”.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI