Margherita Ferro

Margherita Ferro: “Sarò garante per le politiche del lavoro e la parità di genere”

Il 17 gennaio scorso l’Assessore regionale del Lavoro e delle Politiche Sociali, Mariella Ippolito, ha provveduto al conferimento dell’incarico alla consigliera regionale di parità, Margherita Ferro, dopo un bando pubblico della Regione Siciliana.

Presentando il ruolo, l’Ippolito ha spiegato che “le consigliere e i consiglieri di parità svolgono funzioni rilevanti nella promozione e nel controllo dell’attuazione dei principi di uguaglianza, di opportunità e di non discriminazione nel mondo del lavoro tra donne e uomini”.

E la neo consigliera spiega all’Opinione della Sicilia come intende muoversi nel suo nuovo incarico. “La consigliera regionale di parità – ha spiegato Margherita Ferro – è una figura che nasce da una legge nazionale, la numero 125 del 1991, poi c’è stato il decreto legislativo 198 del 2006, il cosiddetto codice della pari opportunità, che ne disciplina le funzioni e gli obiettivi. In pratica, la consigliera regionale di parità si occupa di diritto antidiscriminatorio e delle politiche di conciliazione vita – lavoro”. “Il mio ruolo – ha sottolineato la consigliera – è essere garante per le politiche del lavoro”.

“Ad esempio – ha spiegato  – il piano di azione riguarda le discriminazioni nel mondo del lavoro, nella progressione orizzontale – verticale, nella parità di stipendi… In sintesi, la consigliera regionale di parità si occupa delle buone prassi legate alla parità di genere (sia uomo che donna) ma con particolare attenzione per la maternità. Tra l’altro, preferisco parlare di famiglia più che di donna in sé”.

La Ferro, però, ha rimarcato che la parità di genere riguarda anche la comunità LGBT.

In caso di necessità d’intervento, infine, la consigliera regionale di parità ha a disposizione “tutti i canali istituzionali” dal momento che è un pubblico ufficiale. Insomma, le aziende sono avvisate…

Categorie
politica
Facebook
Video

CORRELATI