sanro oliveri al congresso mondiale delle famiglie difende il matrimonio

Matrimonio e natalità, la “crociata” di Oliveri al Congresso delle Famiglie

Sandro Oliveri, presidente della fondazione “Chàrisma” ed editore di “VoceControcorrente.it” è stato uno dei relatori al Congresso mondiale delle Famiglie che si è svolto a Verona e ha preso parte alla tavola rotonda dedicata ai leader religiosi. Oliveri, si è soffermato su alcune tematiche specifiche. Fra queste, il matrimonio, i diritti dei bambini e la natalità.

“Io sono sposato da 35 anni e lo sono perché ho riposto la mia fiducia in Dio e non nel divorzio! Oggi, più che mai, è necessario recuperare una cultura favorevole al matrimonio che evidenzi la “bellezza del matrimonio. Oggi non si parla d’altro se non di diritti, amore, libertà: ma dove sono finiti i doveri e gli obblighi? E i diritti di chi? Si parla quasi esclusivamente dei diritti degli adulti: il diritto di decidere se avere o abortire un figlio; il diritto ad avere figli, per le coppie omosessuali. Ma quanta attenzione si pone al diritto del bambino di nascere, al diritto dei bambini di avere un padre e una madre?”.

Oliveri ha poi fatto un riferimento alla crisi della natalità nel nostro paese: “In Italia siamo passati da 1.000.000 di nascite nel 1970, a 473.000 nel 2016, 464.00 nel 2017, 449.000 nel 2018, con una media di 650.000 decessi l’anno. Credo siano dati che confermano le definizioni più forti quale “inferno demografico” più che inverno”.

Infine, il presidente di “Chàrisma” ha lanciato una proposta forte, per spingere gli italiani a sposarsi e fare figli:”Le soluzioni da adottare sono tante, mi permetto, provocatoriamente, di suggerirne solo una di draconiana memoria, che prevedeva una particolare tassazione dei single. Spingerebbe molti verso il matrimonio e migliorerebbe la condizione economica dello Stato“.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI