Mattarella spiato? Allarme infondato: scoperta la verità sul congegno abbandonato

Infondato l’allarme sul Presidente della Repubblica spiato.

Infatti, il congegno usato per le intercettazioni e trovato nei giorni scorsi in via Libertà a Palermo, vicino alla casa di Sergio Mattarella, era stato lasciato in una centralina dell’Enel dagli investigatori impegnati un’indagine a cui il Capo dello Stato era naturalmente estraneo.

Il ritrovamento del ripetitore aveva provocato un’operazione di ‘bonifica’ dalla quale era venuta solo la conferma che il capo dello Stato non era intercettato.

Ora gli investigatori hanno accertato che il congegno, come riportato dal Giornale di Sicilia, era stato usato nell’ambito di un’indagine che peraltro non aveva dato risultati. E, per questo motivo, le intercettazioni non erano più proseguite.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI