salvini commenta la vittoria della lega alle auropee

Matteo Salvini, il vincitore. “Noi, dal 6 al 34%: è il segno di un’Europa che cambia”

Il segnale era abbastanza chiaro, fin dai primi instant poll delle 23.00. A spazzare qualsiasi dubbio sono state le prime proiezioni che davano alla Lega percentuali ancora superiori. Lo spoglio finale ha poi chiaramente detto che perfino quei numeri non rispettavano la realtà. La Lega ha vinto un po’ dappertutto, perfino al Sud è riuscita a sfondare il muro del 20%.

Un sobrio brindisi leghista è arrivato intorno all’una di notte: insieme a Salvini, nella sede della Lega in via Bellerio, anche il sottosegretario Giancarlo Giorgetti, Claudio Borghi e Luca Morisi. Dopo un tweet di ringraziamento, Salvini ha parlato della vittoria leghista senza troppa enfasi, con i toni del leader abituato a vincere. E soprattutto, almeno a parole, ha dato segnali di stabilità al Governo, anche se in realtà questo voto fa cambiare radicalmente i rapporti di forza.

“E’ un successo incredibile non solo della Lega in Italia ma anche della Le Pen in Francia e Farage in Inghilterra. E’ il segno di un’Europa che cambia – ha esordito Salvini -. Ringrazio chi c’è lassù che non aiuta Matteo Salvini ma aiuta l’Italia e l’Europa a ritrovare speranza, orgoglio, radici, lavoro e sicurezza. Non ho mai affidato al cuore di Maria il voto o il successo di un partito ma il futuro e il destino di un paese e di un continente”.

“Da domani il nostro lavoro raddoppia. Non abbiamo molto tempo per festeggiare, abbiamo vinto contro tutto e tutti. Siamo passati dal 6% di cinque anni fa a circa il 34% di ora. Non userò questo voto per chiedere in Italia nemmeno una poltrona in più. Usiamo questi consensi non per regolamenti di conti interni, il mio nemico era la sinistra, i miei alleati sono amici con cui da domani si tornerà a lavorare serenamente sui tanti temi che sono rimasti in sospeso. Sarà un periodo delicato sotto il profilo economico, faremo valere le ragioni di un grande Paese”.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI