dia trapani confiscato patrimonio di giorgi

Mazara del Vallo, confiscato l’intero patrimonio dell’imprenditore Vito Di Giorgi

È stato confiscato il patrimonio dell’imprenditore Vito Di Giorgi di Mazara del Vallo (TP), persona giudicata socialmente pericolosa dal Tribunale di Trapani che nel ’96 gli aveva inflitto la misura della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno nel comune di residenza (per la durata di 4 anni poi ridotta a 3 in appello) perchè ritenuto vicino al clan di Mariano Agate di Mazara del Vallo.

La confisca riguarda un patrimonio del valore complessivo di circa 4 milioni di euro tra immobili, capitali sociali delle società coinvolte in operazioni di trasferimento fraudolento di beni (Simed, Eris, Visit Sicily e Di Giorgi Costruzioni), e risorse finanziarie ritenute d’illecita provenienza. Le indagini della Dia di Trapani avevano portato già nel 2016 al sequestro dei beni disposto dal Tribunale che ora ha determinato la confisca del patrimonio.

Le indagini che si avvalsero di intercettazioni telefoniche e ambientali dimostrarono l’esistenza di una fitta rete di collegamenti tra uomini d’onore e personaggi della massoneria deviata: in sostanza sarebbe stata dimostrata l’ingerenza dell’organizzazione mafiosa nella gestione degli appalti pubblici e le connessioni tra ambienti mafiosi e massoni per “infiltrare” e condizionare settori istituzionali.

 

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI