Meloni alla Camera: “In prima linea contro la mafia”. Falcone: “Parole apprezzate”

Si è tenuto oggi alla Camera il discorso programmatico di Giorgia Meloni. La presidente del Consiglio ha esordito ringraziando il presidente Mattarella e il premier uscente Draghi. Poi ha parlato del difficile compito che l’attende alla guida del paese.

“E, tra i tanti pesi che sento gravare sulle mie spalle oggi, non può non esserci anche quello di essere la prima donna a capo del Governo in questa Nazione – dice Meloni -. Quando mi soffermo sulla portata di questo fatto io mi ritrovo inevitabilmente a pensare alla responsabilità che ho nei confronti di tutte quelle donne che in questo momento affrontano difficoltà grandi e ingiuste per affermare il proprio talento o, più banalmente, il diritto a vedere apprezzati i loro sacrifici quotidiani”.

Spazio anche alla Sicilia e alla lotta alla mafia, visto che “la legalità – dice la Premier – sarà la stella polare dell’azione di governo. Ho iniziato a fare politica a 15 anni, il giorno dopo la strage di Via D’Amelio, nella quale la mafia uccise il giudice Paolo Borsellino. Ero spinta dall’idea che non si potesse rimanere a guardare, che la rabbia e l’indignazione andassero tradotte in impegno civico. Il percorso che mi ha portato oggi a essere presidente del Consiglio nasce dall’esempio di quell’eroe”.

“Affronteremo il cancro mafioso a testa alta, come ci hanno insegnato i tanti eroi che con il loro coraggio hanno dato l’esempio a tutti gli italiani, rifiutandosi di girare lo sguardo o di scappare, anche quando sapevano che quella tenacia li avrebbe probabilmente condotti alla morte. La lotta alla mafia ci troverà in prima linea. Da questo Governo, criminali e mafiosi non avranno altro che disprezzo e inflessibilità”, conclude.

Parole che sono state approvate anche da Maria Falcone. “Ritengo importante e apprezzo il riferimento alla lotta alla criminalità organizzata che la presidente del Consiglio ha fatto alla Camera – ha detto -. Spero non restino solo buone intenzioni”, conclude.

MALTEMPO, LA REGIONE SICILIANA DICHIARA LO STATO DI CRISI PER “ATTIVARE I PRIMI INTERVENTI”

MALORE PER CATENO DE LUCA, RICOVERATO A MESSINA: IN CORSO ACCERTAMENTI

INCIDENTE SULLA SIRACUSA – CATANIA, AUTO TRAVOLGE DUE CICLISTI: MUORE UN UOMO DI 57 ANNI

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI