Messina (FI): “La burocrazia va sconfitta anche nel sistema bancario”

Anche fra le banche e le imprese c’è la grande muraglia della burocrazia. E’ questo il grido d’allarme di Giovanni Messina, responsabile in Forza Italia del Dipartimento criticità bancarie.

“Ottenere una proroga dei mutui è un’impresa ardua, a volte impossibile. Così è per un finanziamento, così è per l’accesso ai fondi pubblici, a cominciare già dalla semplice interpretazione dei bandi di finanziamento a volte poco chiari e soggetti spesso a modifiche fino a poco prima dell’invio delle domande. Sicuramente non va meglio durante la valutazione delle richieste, sovente con tempistiche anche di molti mesi, per poi continuare le lungaggini anche nella fase di erogazione ponendo l’imprenditore anche in difficoltà nei rapporti commerciali e per il proseguo dell’attività”.

“Il rischio – aggiunge Messina – è quello di aggiungere confusione alle decisioni da prendere, proprio in questa fase che andiamo ad affrontare alla vigilia delle erogazioni dei fondi europei. Occorrono tutte le energie e il supporto necessario da parte delle istituzioni ai vari livelli. Solo se sconfiggeremo i tempi lunghi della burocrazia le probabilità di successo potranno esserci. D’altronde già le banche, per una parte, hanno semplificato alcune fasi dei rapporti con gli utenti/imprenditori azzerando la maggior parte delle transazioni e delle richieste di informazioni che avvengono on-line digitalizzando gran parte delle operazioni. Le banche italiane dovrebbero semplificare le proprie proposte di prodotti e offrire ai clienti esperienze rapide, intuitive e senza interruzioni.

“La burocrazia è la malapianta che bisogna sconfiggere a tutti i livelli. Se ne continua a parlare grazie ai continui interventi del presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè, che ne ha fatto uno dei punti cruciali per dare ossigeno alle imprese spesso osteggiate da funzionari pubblici non sempre in linea con la realtà che stiamo vivendo”.

COVID IN SICILIA, PRIMI SEGNALI DI RALLENTAMENTO

PALERMO, ARRESTATO UN COMMERCIALISTA DI 55 ANNI

RAFFORZATA LA SCORTA AL PRESIDENTE DELLA REGIONE MUSUMECI

LAVORO IN SICILIA, LA REGIONE ASSUME 300 LAUREATI A TEMPO INDETERMINATO

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI