micciche berlusconi

Micciché: “Al Sud il 50% dei voti di Forza Italia, ora più rappresentanza nel partito”

“Sono felice del risultato di Forza Italia in Sicilia. Ringrazio innanzitutto il nostro presidente: se il partito esiste ancora è grazie all’ennesimo miracolo di Berlusconi… Ma se Fi si vuole rafforzare e rilanciarsi sul serio una volta per tutte, il Sud deve avere una giusta e adeguata rappresentanza”.

Gianfranco Miccichè, commissario regionale di Forza Italia in Sicilia, ha ringraziato innanzitutto Silvio Berlusconi che, con le oltre 500mila preferenze alle europee ”è e resta l’unico leader”, ma, senza ”voler fare alcuna polemica”, coglie l’occasione per chiedere pari dignità politica.

Forte del 17% di Fi in Sicilia e “dell’ottimo risultato” raggiunto al Sud, con ”ben 4 Regioni che valgono il 50% degli attuali voti azzurri”, l’ex ministro rivendica maggior rappresentatività per l’ala sudista azzurra negli organismi che contano del partito. A cominciare dal Comitato di presidenza, convocato proprio domani a Villa Gernetto per un chiarimento interno dopo il 9% di Fi a Bruxelles.

Nel Comitato siedono solo due ‘esponenti meridionali’, lo stesso Miccichè e Mara Carfagna. “Noi del Sud – ha spiegato all’Adnkronos Miccichè – non siamo abituati a chiedere nulla, ma non c’è dubbio che se oggi il partito vuole rilanciarsi veramente, dovrebbe iniziare a equilibrare il suo peso geografico, visto che 4 Regioni del Sud esprimono il 50 per cento dei voti del partito, mentre al Comitato di presidenza non arriviamo all’8 per cento… Questo è il problema di un partito, che purtroppo soffre una serie di meccanismi elettorali per cui i voti sono al Sud e i deputati al Nord… Finchè non si troverà una soluzione questo creerà un problema anche alla gestione politica del partito”.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI