Micciché o Pellegrino, il partito si spacca all’Ars. Galvagno: “Saranno Forza Italia 1 e 2”

“Sono stato trattato come un appestato. Sono rimasto fuori da tutti i giochi per il bene della Sicilia”. Le parole di Gianfranco Micciché. E’ battaglia tra le fila di  di Forza Italia all’Ars. Con il partito spaccato in due gruppi: uno guidato dall’ex presidente dell’Ars, l’altro da Stefano Pellegrino.

Un comunicato stampa dell’area Miccichè aveva annunciato la composizione del gruppo composto dagli onorevoli Tommaso Calderone, Nicola D’Agostino, Michele Mancuso e Riccardo Gennuso. Proprio per questo il Presidente dell’Ars Galvagno ha dovuto affrontare la diatriba abbastanza complessa nella seduta. Seduta poi posticipata alle 15.

“Il rinvio dei lavori d’aula ad oggi pomeriggio sono indice di un equilibrio che è evidente all’interno della maggioranza non c’è.”, aveva commentato il coordinatore regionale di Sicilia Vera Danilo Lo Giudice.

“Questa presidenza invita a fare massima chiarezza a riguardo, con la massima tempestività, trattandosi di questione interne. Il gruppo assunto da Pellegrino, in via del tutto provvisoria, si chiamerà Forza Italia 2, quello da Micciché Forza Italia 2. Tale decisione rientra nel potere del presidente dell’Assemblea. Invito conclusivamente quei gruppi che non hanno indicato le cariche interne mancanti a darne tempestiva comunicazione”.

REGIONE, PRESENTATA LA NUOVA GIUNTA. SCHIFANI: “CI SONO STATI DEI MOMENTI DELICATI”

GIUNTA REGIONALE, SCHIFANI FIRMA IL DECRETO DI NOMINA DEGLI ASSESSORI: ECCO NOMI E DELEGHE

FURTI E RICETTAZIONE DI AUTO NEL CATANESE, SGOMINATO UN GRUPPO CRIMINALE

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI