Micciché: “Rinuncio al Senato, resto a Palermo al fianco di Schifani. Mio futuro? La sanità”

Gianfranco Micciché, presidente dell’Ars annuncia di voler rinunciare al Senato. Lo ha fatto in un’intervista a Repubblica in cui sceglie di rimanere all’Ars al fianco del candidato alla Regione Renato Schifani.

Micciché ha confermato la voglia di rimanere all’Ars, rinunciando così a un posto a Roma, in Senato.  “Scelgo la Sicilia, resterò a Palermo, non ho nessuna intenzione di andare via. Sono stato tra coloro che hanno bloccato il bis di Musumeci, adesso Schifani è il candidato di Forza Italia. Non potrei non stargli accanto”.

Tra un anno il presidente compirà 70 anni. “Dare spazio ai giovani non è uno slogan, è un obbligo: io resto in politica se mi guadagno i voti. Ma non si possono regalare i posti alla gente alla sesta legislatura”.

Infine, il futuro: “Ci sono tante cose che voglio ancora fare. Mi spiace non essermi occupato di sanità, è quello che voglio fare in futuro”, conclude Micciché.

INCIDENTE MORTALE A NOVARA, GIOVANE RAPPER MESSINESE PERDE LA VITA: AVEVA 18 ANNI

REGIONALI, DI PAOLA (M5S): “SCHIFANI E CHINNICI RIFIUTANO I CONFRONTI, ERA PREVEDIBILE”

PALERMO, INCENDIO IN UNA PALESTRA IN PIAZZA POLITEAMA: IL FUOCO RAGGIUNGE IL MCDONALD’S

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI