Micciché: “Basta demagogia, avrò 400 euro di pensione. Lavorerò per rimettere i vitalizi”

“Non ho rubato, non rubo e mai ruberò e avrò solo 400 euro di pensione per questa demagogia“. Un Gianfranco Micciché scatenato è intervenuto alla assemblea regionale organizzata da Sicilia Vera (il movimento fondato dal sindaco di Messina, Cateno De Luca), sbottando a seguito di una domanda ironica sullo stipendio da lui percepito.

Il presidente dell’Ars (che da tempo porta avanti una battaglia di principio sul tema) diventa un fiume in piena: “Lavorerò per rimettere i vitalizi. Ancora una volta mi sono ritrovato con una signora che si è permessa di chiedermi quanto guadagno perché per lei rappresento ancora la casta”.

“Quando sono entrato in politica ero un ricco manager e guadagnavo uno stipendio importante. Ora sono passato ad uno stipendio sempre ottimo ma prenderò appunto di pensione solo 400 euro al mese grazie al modo di ragionare di questa gente e del M5S”. “Ora mi sono rotto veramente – aggiunge – il prossimo che mi chiede quanto guadagno voglio vedere il suo conto corrente, il mio è sempre in rosso”.

BARBAGALLO: “DIALOGO? NON CON CHI STA CON LA LEGA”

MESSINA, TENTATA RAPINA SU UN TRENO: QUATTRO MISURE CAUTELARI

CATANIA, GELOSO DELLA RAGAZZA SPARA AL PADRE DELLA RAGAZZA: ARRESTATO

LA SICILIA RESTA IN “ZONA GIALLA” PER UN’ALTRA SETTIMANA

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI