Miccichè: “Vado a Roma soltanto se ho la certezza che in Sicilia si cambia”

Gianfranco Miccichè, coordinatore regionale di Forza Italia, in un’intervista all’edizione locale di Repubblica, afferma che non ha ancora deciso se restare all’Ars o traslocare a Palazzo Madama. Reduce dal vertice con il neo governatore Renato Schifani, il presidente del Parlamento regionale rivendica intanto la Sanità per il suo partito.

“Voglio quell’assessorato – afferma – . La nostra richiesta non è solo legittima: è obbligatoria. Ho detto che avrei cambiato le cose, da due anni studio il settore. Serve un maggiore uso del privato. Schifani cerca persone competenti. Ora, io non credo che si riferisca a un medico, ma a qualcuno che abbia capacità manageriali. E allora sì, profili ne abbiamo tanti, sia tra i deputati che fuori. Schifani non ha in mente un ingegnere per le Infrastrutture o un agricoltore per l’Agricoltura. Io spero che Cascio possa entrare all’Ars, ma non basta. Marchionne non era un meccanico, era un grandissimo manager. Se stiamo cercando un medico, non sono d’accordo”.

E alla domanda se andrà a Roma, risponde: “Non ho ancora deciso. Andrei volentieri a Roma, ma colgo la volontà dell’establishment: non vedono l’ora che Miccichè se ne vada. Mettiamo in chiaro una cosa: io vado a Roma soltanto se ho la certezza che in Sicilia si cambia”.

VIOLENZA SESSUALE SU UNA 11ENNE, ARRESTATO UN INSEGNANTE A CALTANISSETTA

INCIDENTE TRA ENNA E CALTANISSETTA, TIR FINISCE GIÙ DA UN VIADOTTO: UN MORTO E TRE FERITI

PALERMO, IL SINDACO CONFERISCE LA CITTADINANZA ONORARIA ALL’EX QUESTORE RENATO CORTESE

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI