Miceli: “In arrivo quattrini, sento puzza di comitati d’affari. Cuffaro? Non può fare politica”

“A Palermo sono in arrivo il miliardo di euro già approvato per il cantiere del tram, i fondi del PNRR e molti altri quattrini: sento puzza di comitati d’affari”.

Sono le parole del candidato a sindaco per l’area progressista, Franco Miceli, che definisce “inquietante, alla luce delle risorse che stanno per arrivare a Palermo e che sono il principale strumento perché la città possa risollevarsi, che la coalizione che sostiene Lagalla, sia ispirata da un signore che scende da Milano per ricevere i maggiorenti del centrodestra incluso il presidente della Regione e che fa un endorsement a Lagalla. E mi riferisco a Marcello Dell’Utri”.

“Penso anche che, e va detto a chiare lettere – prosegue -, che un uomo condannato per aver favorito Cosa nostra e che lo Stato ha interdetto dai pubblici uffici in perpetuo come Cuffaro non debba occuparsi di politica, occuparne la scena né tanto meno vantarsi di avere una sua assessora nell’ipotetica giunta di Lagalla, qualora vincesse”.

“In questo quadro desolante assistiamo a come la destra non faccia segreto dei ragionamenti dietro le nomine anche degli assessori, l’esclusiva spartizione di potere ai fini di equilibri tra le forze che oggi sostengono un uomo che, forse, sta iniziando a capire quanto pesante stia da reggere il peso del vissuto di alcuni”.

E conclude: “i cittadini, anche quelli vicini alle idee di centrodestra, non sono smemorati. Sanno cosa è accaduto alla città quando a prevalere sono state queste logiche e lo stanno facendo capire chiaramente”.

VITTORIA, ACCOLTELLATA UNA DONNA DI 37 ANNI: È MORTA DURANTE IL TRASPORTO IN OSPEDALE

BLITZ ANTIMAFIA A PALERMO, “COLPO” ALLA FAMIGLIA DELLA NOCE: NOVE PERSONE ARRESTATE / NOMI

INCIDENTE STRADALE SULLA A29: UN TIR SI SCONTRA CON UN’AUTO E POI SFONDA IL GUARDRAIL

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI