Miceli su Lagalla: “Ci risparmi il vittimismo, è lui che ha scelto la strada dell’ambiguità”

“Oggi è un giorno di memoria e di impegno in cui migliaia di palermitani scesi in strada hanno chiarito da che parte stanno”, Afferma il candidato a sindaco per l’area progressista Franco Miceli giunto all’albero di Falcone dove alle 17.58 sarà osservato il silenzio.

“La presenza qui, sotto l’albero Falcone, di così tante persone è una promessa di futuro da parte di questa città, è la testimonianza che questi trent’anni, hanno permesso ai semi di germogliare, è la testimonianza che non torneremo indietro ma guarderemo insieme a un domani in cui la mafia è solo un doloroso ricordo”.

Poi si esprime sulle parole dell’avversario Roberto Lagalla che non ha partecipato alla manifestazione al Foro Italico per evitare disordini. “Ci risparmi almeno il vittimismo. È lui che ha scelto la strada dell’ambiguità e ha sacrificato i valori di Palermo al suo interesse elettorale”.

“No caro Lagalla, non si può onorare la memoria di chi ha sacrificato la vita per la lotta alla mafia e intanto appoggiarsi ha intrattenuto rapporti con Cosa nostra. Hai scommesso sulla smemoratezza dei palermitani e hai perso”, conclude.

DI DIO (CONFCOMMERCIO) IL 23 MAGGIO: “CHIEDIAMO LEGALITÀ E SICUREZZA PER FARE IMPRESA”

23 MAGGIO, MATTARELLA: “L’IMPEGNO CONTRO LA CRIMINALITÀ NON CONSENTE PAUSE E DISTRAZIONI”

23 MAGGIO, 30 ANNI DOPO: PALERMO NON DIMENTICA FALCONE E LE ALTRE VITTIME DI MAFIA

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI