Migranti ad Agrigento, l’associazione Mareamico: “Hanno sbeffeggiato i bagnanti”

L’associazione Mareamico di Agrigento, in una nota, ha raccontato che “ieri pomeriggio intorno le 18, mentre la gente era ancora al mare, nella principale spiaggia di San Leone dal nulla è arrivato un barchino di legno, con a bordo una ventina di tunisini. Appena arrivati a riva e dopo aver salutato e sbeffeggiato i bagnanti, si sono dileguati tra la vegetazione, del retrostante boschetto. Avvisati di questo nuovo sbarco fantasma, dopo circa mezz’ora, sono arrivati gli uomini della Capitaneria di porto, della Polizia e della Guardia di Finanza, che hanno presidiato il mare della zona e le strade limitrofe, alla ricerca dei giovani (una decina sono stati fermati)”.

“Ovviamente questo barchino di soli 5 metri con più di venti baldi giovani a bordo non può essere arrivato direttamente dalla Tunisia. Sarà stato certamente ‘accompagnato’ a poche miglia dalla costa da una barca madre”, ha aggiunto Mareamico.

Intanto, all’alba di oggi c’è stato un nuovo ‘sbarco fantasma’ a Lampedusa. Un gruppo composto da una ventina di migranti, con ogni probabilità tunisini, è arrivato a bordo di un barchino e ha raggiunto l’isola nella zona di Cavallo bianco. Appena sottocosta i migranti hanno raggiunto in modo autonomo la terraferma.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI