Migranti, Open Arms presenta ricorso a Palermo: “I minori devono sbarcare”

“I minori vengano fatti sbarcare”. É questa la richiesta di Open Arms, la cui nave è bloccata da sei giorni in mare: la Ong ha infatti presentato un ricorso al Tribunale per i minori e alla Procura minorile di Palermo, richiamando alle norme del diritto internazionale.

In un tweet, la Ong sottolinea la richiesta di far sbarcare i minori a bordo e che “vengano nominati dei tutori per quelli non accompagnati”, sottolineando che “questo prevedono art. 6 e 11 della Convenzione dell’Aja”. In mattinata il fondatore della Ong, Oscar Camps, si era espresso così sulle misure del decreto sicurezza bis: “Entreremo in Italia se dovessimo avere seri problemi a bordo”.

Il presidente di Open Arms Riccardo Gatti denuncia la “prepotenza” di Italia e Malta e il “silenzio” dell’unione Europea e sottolinea poi in un video: “Faremo di tutto affinché le convenzioni internazionali, le normative, gli obblighi ed evidentemente anche i diritti di queste persone, vengano rispettati. Noi continueremo a rispettare prima di tutto la vita delle persone”.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI