Milazzo, trovato il corpo del militare: si era tuffato in mare per salvare un ragazzo

E’ stato ritrovato al largo di Milazzo il corpo di Aurelio Visalli, 40 anni, secondo capo della Guardia Costiera di Milazzo, scomparso ieri tra le onde dopo avere salvato un quindicenne che stava annegando. Il ritrovamento è avvenuto nello specchio di mare antistante Tono, dove si erano concentrate le ricerche. La notizia è confermata dai vigili del fuoco e dalla Capitaneria di Milazzo.

A ripescare il cadavere è stato l’equipaggio della motovedetta della Capitaneria di porto sulla quale il giovane sottufficiale aveva prestato servizio. Il ritrovamento è avvenuto a nord del punto dove Visalli si era tuffato per effettuare il salvataggio di due ragazzi in difficoltà, ad una cinquantina di metri dalla costa nota come “puntitta”, nella baia del Tono.

Il corpo dello sfortunato sottufficiale è stato trasportato con la stessa motovedetta fino al porto e da qui trasferito all’obitorio dell’ospedale di Milazzo.

Il sottosegretario alla Difesa, Angelo Tofalo, ha scritto: “Il suo è stato un gesto eroico, non ha esitato ad intervenire per soccorrere due bagnanti in difficoltà nel golfo di Milazzo. Ha dimostrato grande coraggio e altruismo, qualità proprie dei nostri militari che non esitano a mettere a rischio la propria vita per l’incolumità altrui. Stringo in un forte abbraccio la famiglia, gli amici ed i colleghi del Sottufficiale”.

E’ stata anche sospesa la visita del ministro Luigi Di Maio prevista per oggi a Milazzo nell’ambito del tour elettorale.

LA CRIDI DEL GIORNALE DI SICILIA, PREVISTI TAGLI IN REDAZIONE

DALL’EUROPA QUASI MEZZO MILIARDO IN PIU’ PER LA SICILIA

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI