Militare annegato, la Procura dispone l’autopsia: aperto un fascicolo contro ignoti

La Procura di Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina, ha disposto l’autopsia sul corpo di Aurelio Visalli, 40 anni, il sottufficiale della Capitaneria morto annegato nel tentativo di salvare due ragazzini a Milazzo. I funerali inizialmente previsti per domani a Milazzo potrebbero slittare di qualche giorno.

Gli inquirenti proseguono le indagini sulle modalità con cui sono state effettuate le ricerche dell’uomo in mare dopo le dichiarazioni anche del cognato che ha denunciato ritardi e mezzi inadeguati per le ricerche. Il fascicolo d’indagine è per ora a carico d’ignoti.

Intanto un video sul web confermerebbe le parole del cognato di Visalli, Antonio Crea, che ha denunciato che Aurelio e I suoi colleghi non erano dotati di attrezzature adatte per salvare i ragazzini e per tutelarsi.

PROVENZANO: “COL RECOVERY FUND IN ARRIVO 50 MILIARDI PER IL MEZZOGIORNO”

CORONAVIRUS, TORNA L’INCUBO A VILLAFRATI: 16 POSITIVI

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI