Misilmeri, prestava soldi a tassi spropositati: usuraio agli arresti domiciliari

Vittorio Bullara, 64 anni, di Misilmeri, in provincia di Palermo, accusato di prestare soldi con tassi usurai è stato posto agli arresti domiciliari dai finanzieri del comando provinciale di Palermo in esecuzione di una ordinanza del Gip del Tribunale di Palermo.

Bullara avrebbe garantito il pagamento di vestiti e corredi, per cerimonie quali matrimoni o battesimi, chiedendo poi la restituzione del debito a rate con l’applicazione dei tassi usurai che variavano dal 30 al 200% dell’importo concesso in prestito.

A supporto dell’accusa ci sono intercettazioni telefoniche, servizi di pedinamento con riprese fotografiche e video e una corposa documentazione bancaria.Nella sua abitazione sono stati trovati e sequestrati 30.000 euro in contanti ed alcuni fogli dove erano riportati i conteggi relativi ai numerosi prestiti effettuati.

A Bullara sono stati sequestrati beni per mezzo milione di euro: un panificio, due appartamenti a Misilmeri, polizze assicurative e un terreno.

FOCOLAIO AL PRONTO SOCCORSO DELL’OSPEDALE CIVICO DI PALERMO

CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DELL’11 NOVEMBRE

INGROIA CONDANNATO PER PECULATO: 1 ANNO E 10 MESI

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI