Monreale, un bambino di tre anni è morto soffocato: stava giocando in casa

Un bambino di appena tre anni, Agostino Prestidonato, è morto nella notte tra sabato e  domenica, vittima di una tragedia domestica i cui contorni devono ancora essere ben chiariti. La tragedia si è verificata a Monreale, in provincia di Palermo.

Il bambino si era arrampicato per gioco su un tavolo e poi – perdendo l’equilibrio – sarebbe andato a finire su una mensola e probabilmente soffocato dal cordino di una tenda nel quale era finito incastrato.

Era notte e il bambino si sarebbe alzato dal letto senza che i genitori, ancora davanti alla Tv, si siano accorti di niente. Il padre, forse allertato dal rumore, lo ha trovato svenuto a terra ma quando ormai era troppo tardi per intervenire.

I genitori ovviamente non si danno pace. Hanno annunciato la morte del loro bambino su un post Fb: “Mio piccolo angelo stanotte sei volato via. Ci hai lasciato nel silenzio assordante. Sono sicuro che adesso starai tenendo la mano stretta stretta a mio padre e che anche da lassù sorriderai”. ha scritto il padre.

La magistratura, che ha aperto un’inchiesta sull’incidente, ha disposto la restituzione della salma del bimbo alla famiglia; i carabinieri della compagnia di Monreale sono stati delegati a svolgere indagini per accertare eventuali responsabilità sull’incidente che tuttavia secondo una prima ricostruzione sarebbe stato causato solo da una tragica fatalità.

Il sindaco di Monreale, Alberto Arcidiacono, ha proclamato il lutto cittadino. “Monreale ha perso un figlio. Non esistono parole per descrivere quanto accaduto. Soltanto domande alle quali non è possibile restituire risposte. Un dolore incommensurabile avvertito da una comunità che saprà stringersi attorno alla famiglia”.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI