Motta Sant’Anastasia, discarica abusiva con rifiuti pericolosi: sequestrati terreni e capannoni

La Guardia di finanza di Catania ha sequestrato un terreno di oltre 3mila metri quadri a Motta Sant’Anastasia e di cinque capannoni: l’area era stata adibita di fatto a deposito di rifiuti e materiali per l’edilizia. Due fratelli sono stati denunciati a piede libero.

L’area ufficialmente composta da terreni di proprietà di un’azienda agricola, ma all’interno sono stati ritrovati rifiuti di varia natura: inerti edilizi derivanti da attività di demolizione, pneumatici usati e persino rifiuti speciali smaltiti illecitamente.

Scoperti anche cinque capannoni, adibiti a deposito di materiali per l’edilizia, per complessivi 1.300 metri quadri, che secondo quanto riferito dagli uffici tecnici del Comune risultano senza autorizzazione.

FRANCOFONTE ANCORA “ZONA ARANCIONE”

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 28 SETTEMBRE 2021

IL BOLLETTINO NAZIONALE DEL 28 SETTEMBRE 2021

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI