Musumeci “boccia” le passeggiate. “Facciamole solo dopo la fine dell’emergenza”

È l’argomento del giorno. Passeggiate con i figli possibili oppure no? Se dal Viminale ieri sera è stata diramata una circolare interpretativa che va nella direzione del “permissivismo”, in Sicilia il presidente della Regione Nello Musumeci si mostra nettamente contrario.

Nel corso della trasmissione “Storie italiane” di Raiuno, il Governatore ha detto tra l’altro: “Passeggiate per i bambini? “Sono assolutamente contrario, perchè le passeggiate si faranno ma quando sarà finita l’emergenza. In caso di bambini affetti di particolare patologie questo può essere consentito ma solo con certificazione medica”.

Musumeci ancora una volta, come già avvenuto il mese scorso, si mostra più prudente e inflessibile nella gestione dei provvedimenti antivirus. E a Raiuno conferma che non verrà ritoccata la sua ordinanza. “La mia ordinanza che limita l’uscita ad una sola volta al giorno e per un solo componente familiare rimane ancora vigente sul territorio siciliano”.

Il Governatore esterna la sua sensazione e cioè che ci sia una sorta di rilassamento, “come se fosse tutto finito” mentre ricorda che il picco del contaguio deve ancora arrivare nell’isola. “Dobbiamo stare in guardia fino al 20 di aprile ed evitare una situazione incontenibile”.

BOLLETTINO SICILIA 1 APRILE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI