Musumeci e il ddl: “Nessuno qui vuol riaprire subito, Boccia fa processo alle intenzioni”

Nello Musumeci e il ddl. Il presidente della Regione Siciliana torna a parlare dopo che la giunta ha varato il disegno di legge “autonomista” sulle misure di contenimento del Coronavirus. E in un’intervista rilasciata a ‘Un Giorno da Pecora’ su Rai Radio1 critica la posizione del ministro Boccia: “Ha avuto l’imprudenza di dire che il governo impugnerà provvedimenti contrari al Dpcm prima di leggere il nostro disegno di legge: ha fatto processo alle intenzioni. Appena leggerà il ddl, se diventerà legge, si renderà conto che non c’è alcun motivo di scontro”.

E dice: “Nessuno qui vuole riaprire subito. Utilizzeremo la legge regionale, se sarà approvata dall’Assemblea siciliana, solo quando ci saranno le condizioni per poterlo fare: non siamo irresponsabili e non subiamo la pressione della piazza. Se le condizioni della Sicilia saranno diverse tra qualche mese da Lombardia e Veneto, non capisco perché non dovrei aprire in anticipo ristoranti e cinema rispetto alle regioni più in difficoltà. Ma avere una legge che consente di rimodulare apertura e chiusura delle attività non significa applicarla a novembre o a dicembre. In questo momento non credo ci siano le condizioni per potere riaprire. Ma se a febbraio ci fossero le condizioni non capisco per cui non dovremmo ridurre il calvario delle attività”.

Sull’iter del disegno di legge all’Ars sottolinea: “Vediamo il disegno di legge che fine farà, lo abbiamo trasmesso all’Assemblea siciliana tre ore fa, penso che la prossima settimana sarà all’ordine del giorno dell’Ars. Comunque su quale sarà l’andazzo dell’epidemia ma non mi faccio illusioni”. E a livello personale dice: “Faccio il tampone una volta a settimana, l’ultimo l’ho fatto quattro giorni fa, perché vado sempre in giro e ho contatti con tante persone”.

BOLZANO FA DIETROFRONT. E CRACOLICI “PUNGE” MUSUMECI

LA GIUNTA REGIONALE APPROVA IL DDL “AUTONOMISTA

SILVANA SAGUTO CONDANNATA A 8 ANNI E 6 MESI

CORONAVIRUS: IL BOLLETTINO DELLA SICILIA (28 OTTOBRE)

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI