Musumeci: “La censura a Razza? C’è chi canta e chi lavora. Ben vengano i controlli”

“I controlli li abbiamo chiesti e invocati; speriamo continuino anche nelle prossime settimane e nei prossimi mesi. Ci vuole trasparenza e noi abbiamo fatto il nostro dovere”. Così il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci ha commentato le verifiche in corso negli ospedali siciliani, mentre all’Ars si voterà oggi la mozione di censura all’assessore Ruggero Razza proposta dalle forze di opposizione.

A margine dell’avvio delle opere di riqualificazione dell’ex ospedale militare di Palermo, afferma: “Cosa accadrà oggi? Se avessi la palla di vetro ve lo potrei dire. Ma aspettiamo gli eventi, è chiaro che questo rito si ripete ogni due mesi, pazienza: le cicale e le formiche, c’è chi canta e chi lavora. Tensioni in coalizione? Non faccio l’elettricista”.

Sulla zona arancione invece glissa: “Non ci appassiona la questione del colore. Per noi è importante sapere che tutto il sistema sanitario sia sotto costante monitoraggio. Il mio compito è quello di guidare la comunità siciliana fuori da questo tunnel nel più breve tempo possibile e so di poterlo fare. E ringrazio medici, paramedici e volontari per quello che fanno. È chiaro che il numero dei posti letto non è infinito così come non lo è quello dei medici”.

M5S AL VETRIOLO: “LA MAGGIORANZA PENSA SOLO ALLE POLTRONE”

MOZIONE DI CENSURA, ATTO PRIMO: OPPOSIZIONI ALL’ATTACCO DI RAZZA

PULLARA: “NO AL MERCATO DELLE VACCHE”

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 25 NOVEMBRE 2020

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI