Musumeci: “Perché l’Italia non ha un piano di adattamento al cambiamento climatico?”

“Come è possibile che l’Italia non abbia ancora un piano nazionale di adattamento al cambiamento climatico? È inconcepibile”. La denuncia del ministro per la Protezione civile e per le Politiche del mare, Nello Musumeci, intervenuto al workshop sulla riduzione del rischio a Roma.

“Potenziare le azioni di adattamento al rischio naturale, ma anche alle mutate condizioni climatiche, è l’obiettivo principale al quale siamo chiamati ad operare a partire da ieri. Sono passati sei anni da quando il ministero dell’Ambiente ha avviato la procedura e la redazione del rapporto. Ma quel piano non è stato ancora formalmente approvato. E quando lo sarà, sarà già superato”.

“Perché i cambiamenti climatici determinati negli ultimi anni – spiega Musumeci – hanno segnato un ritmo così incalzante che, di fatto, gli strumenti di pianificazione, se non vengono aggiornati anno dopo anno rischiano di diventare un atto dovuto, come a dire, ci siamo messi con la coscienza a posto”.

“Non è così che si possono affrontare le emergenze sul territorio. Ecco perché noi riteniamo che vada subito affrontato questo tema nel programma di governo”, conclude.

PALERMO, PRONTO SOCCORSO AFFOLLATI A VILLA SOFIA E AL CIVICO: MANCANO INFERMIERI E OSS

PALERMO, IL TEATRO “AL MASSIMO” OSPITERÀ L’INSTALLAZIONE “GAIA” DAL 21 NOVEMBRE ALL’8 DICEMBRE

CUFFARO: “LA SICILIA HA BISOGNO DEI TERMOVALORIZZATORI. LE DISCARICHE SONO SATURE”

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI