“Musumeci riferisca subito in Aula”: le opposizioni chiedono un dibattito all’Ars

Musumeci riferisca all’Ars la prossima settimana. È questo il senso di una lettera che i capigruppo dell’opposizione all’Assemblea Regionale Siciliana, Nuccio Di Paola (M5S), Giuseppe Lupo (Pd) e Claudio Fava (Cento Passi) hanno inviato al presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè.

L’opposizione a Palazzo dei Normanni ovviamente chiede anche un dibattito in aula alla presenza del Governatore, considerata la gravità politica delle sue affermazioni, rilasciate dopo il voto per la nomina dei tre grandi elettori del Capo dello Stato. Una situazione che ha di fatto incrinato la maggioranza e che ha rappresentato un messaggio degli “alleati” al presidente Musumeci, accusato di andare per la sua strada senza un adeguato confronto politico.

La data della seduta d’Aula dovrebbe essere quella di martedì prossimo, 18 gennaio.

Di seguito, il testo integrale della lettera inviata a Miccichè.

​Egregio presidente,

a conclusione della seduta n. 313 del 12 gennaio, durante la quale si è proceduto all’elezione ed alla proclamazione dei delegati per l’elezione del presidente della Repubblica, il presidente della Regione Nello Musumeci ha chiesto la parola e la presidenza dell’Ars ha invece chiuso la seduta con l’assicurazione che l’avrebbe riaperta nel giro di pochi minuti, consentendo solo allora l’intervento del presidente della Regione. Ma alla riapertura dei lavori, di fatto, la seduta non si è mai svolta se non per comunicare il rinvio al 18 gennaio.

In quella stessa giornata il presidente della Regione, dopo aver ventilato in aula le proprie dimissioni, ha diffuso attraverso i social una comunicazione nella quale ha dichiarato l’intenzione di “azzerare la giunta”, riferendo inoltre di avere subito un “atto di intimidazione” da parte di alcuni deputati definiti “disertori e ricattatori”, e di avere respinto “pressioni e tentativi di condizionamento” dai contorni non chiariti.

È evidente come si sia determinata una situazione di caos istituzionale e di grave incertezza politica che pesa sul presente e sul futuro della Sicilia, già alle prese con una fase delicatissima dovuta alla pandemia.

Alla luce di ciò riteniamo imprescindibile che i lavori d’aula di martedì 18 gennaio riprendano con le comunicazioni del presidente della Regione sulla crisi di governo. Chiediamo inoltre che a seguire, nella stessa giornata di martedì, si svolga un dibattito d’aula.

Nuccio Di Paola (Movimento 5 Stelle)

Giuseppe Lupo (Partito Democratico)

Claudio Fava (Cento Passi)

MUSUMECI IN UN VICOLO CIECO, TANTE DOMANDE SENZA RISPOSTA

SCUOLA, IN SICILIA I CONTAGI NON SUPERANO IL 5%. LA REGIONE: “SI TORNA IN CLASSE IN PRESENZA”

SCUOLA, IL TAR DELLA SICILIA SOSPENDE LE ORDINANZE DEI COMUNI DI PALERMO E AGRIGENTO

SCUOLA, IL SINDACO ORLANDO SULL’ORDINANZA DEL TAR: “FORTE APPELLO ALLA RESPONSABILITÀ”

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI