Musumeci sull’emergenza rifiuti: “Non escludo di ricorrere a un termovalorizzatore”

Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, rilancia l’ipotesi termovalorizzatore per fronteggiare l’emergenza. Una soluzione, questa, che in Sicilia fa discutere da quasi vent’anni, fin dai tempi del primo governo Cuffaro. “Non escludo di ricorrere molto presto almeno a un termovalorizzatore. In Sicilia siamo in una emergenza strutturale per quanto riguarda i rifiuti, un’emergenza che dura dal 1999. Serve far crescere la differenziata e fino a quando resteremo a questi livelli la situazione non migliorerà”.

E sulla dichiarata contrarietà del ministro dell’Ambiente rispetto alla soluzione del termovalorizzatore, Musumeci ha commentato: “Ciascuno con le proprie competenze… Peraltro, il ministro non è d’accordo neanche con i suoi uffici. Ho grande rispetto per il suo ruolo, ma la legge è chiara“. Il Governatore lo ha detto nel corso della trasmissione “Casa Minutella” su BlogSicilia.it.

Il governatore, inoltre, ha incontrato una delegazione del movimento spontaneo Italian wedding industry (Iwi) e ha ribadito il pieno sostegno al settore degli eventi e del matrimonio, “penalizzato” dal Dpcm del 13 ottobre.

“Mi impegno a inviare a Roma una mia delibera di Governo – afferma – in cui vengano rappresentate le istanze delle migliaia di categorie coinvolte che, in meno di una settimana, hanno visto, di nuovo, sfumare le prenotazioni e tutto il fatturato dei prossimi mesi, mentre erano impegnate nel disperato tentativo di ripartire, con grande onestà e spirito di sacrificio, sulla base delle macerie create dalla prima ondata della pandemia”.

CORONAVIRUS IN SICILIA, I DATI DEL 20 OTTOBRE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI