Naro, giovane disabile era segregato e tenuto in catene: arrestati i due tutori

Due persone, coniugi e tutori di un giovane disabile psichico, sono state arrestate dai carabinieri a Naro (Agrigento) con l’accusa di maltrattamenti e sequestro di persona: tenevano il ragazzo segregato in catene.

L’inchiesta che ha portato all’arresto dei due soggetti è stata coordinata dal procuratore capo di Agrigento Luigi Patronaggio e dal sostituto Gloria Andreoli.

Il commento del sindaco di Naro, Maria Grazia Brandara: “Una vergogna che ferisce la nostra comunità e sono certa di parlare a nome di tutti i miei concittadini. Sono comportamenti inqualificabili, esecrabili e meschini. Il mio plauso alla stazione dei carabinieri di Naro. Grazie alla Procura di Agrigento guidata abilmente del procuratore Luigi Patronaggio, cittadino onorario di Naro”.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI