Naufragio a Lampedusa, il sindaco Martello: “Contiamo i morti nell’indifferenza”

“Contiamo i morti. Siamo tornati a contare i morti e lo stiamo facendo, ancora una volta, nel silenzio più assoluto e nell’indifferenza”. Lo afferma il sindaco di Lampedusa e Linosa (Ag), Salvatore Martello, dopo il naufragio avvenuto al largo nella giornata di ieri e che oggi ha portato sinora al recupero di 7 cadaveri di dispersi.

Il primo cittadino ha aggiunto: “Siamo di fronte ad una società che sparge solo odio e rancore”. E sul numero di migranti morti amaramente sottolinea: “Sono molti di più, purtroppo sono molti di più”.

Martello si trova in questo momento a Barcellona, dove ieri ha incontrato il primo cittadino della città spagnola Ada Colau, per la presentazione del progetto Clarinet, che vede proprio il comune di Lampedusa e Linosa quale ente capofila con altri sette enti locali situati in territori di confine, dieci enti della società civile di otto paesi europei e due network internazionali impegnati sui temi della solidarietà, dell’accoglienza e della cooperazione nel Mediterraneo.

LEGGI ANCHE

MIGRANTI, DI MAIO: “TEMA A CUI LAVORO DAL PRIMO GIORNO”

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI