alan kurdi sbarcata una donna incinta

Nave Alan Kurdi, Salvini: “Donne e bambini rifiutano di scendere, buon viaggio verso Berlino”

Era stato annunciato lo sbarco di due bambini e di due mamme dalla nave Alan Kurdi, ferma al largo di Lampedusa. Invece, almeno per il momento, non c’è stato.

Lo ha comunicato il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, sottolineando che “donne e bambini si rifiutano di scendere dalla nave. Non ci resta che augurare buon viaggio verso Berlino”.

Il Viminale, infatti, aveva dato via libera allo sbarco di due bambini di 1 e 6 anni, delle rispettive madri e di una donna incinta.

Su Twitter, però, la ong tedesca Sea Eye ha scritto che “L’Italia ha offerto di evacuare 2 bambini e le loro madri. L’accordo con il governo tedesco era  tuttavia che le famiglie sarebbero state evacuate. Non faremo alcuna separazione familiare attiva. Questa è tortura emotiva e mette in pericolo il benessere del bambino”.

La nave si è mantenuta tutta la notte fuori dalle acque territoriali italiane. A bordo ci sono 64 migranti, tra cui 12 donne e 2 bambini, soccorsi mercoledì scorso al largo della costa libica di Zuwarah.

Il comandante, quindi, al momento ha rispettato l’ordine del Viminale di non entrare nelle acque italiane, pur rinnovando la richiesta di porto sicuro.

Se si avvicinasse al limite delle 12 miglie, sarà ribadito il divieto d’accesso.

Proseguono le trattative tra le autorità italiane e quelle tedesche per arrivare a una soluzione.

Intanto, il procuratore Luigi Patronaggio e l’aggiunto Salvatore Vella stanno seguendo gli sviluppi della vicenda anche se, per ora, non ci sono elementi per aprire un fascicolo d’inchiesta.

 

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI