frank-cali
Il boss ucciso Francesco Calì, detto Frank.

New York: ucciso Frank Calì, boss della famiglia Gambino. Era legato agli Inzerillo

Francesco “Frank” Calì, noto boss della famiglia dei Gambino, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco ieri sera – mercoledì 13 marzo – nella sua casa di Staten Island, a New York.

Il 53enne Calì, che aveva legami con il clan degli Inzerillo a Palermo, è stato portato all’ospedale nord della Staten Island University in condizioni critiche. È stato colpito diverse volte, almeno sei. A sparare sarebbe stato un uomo che, prima di fuggire a bordo di un’auto blu, gli è passato sopra. Dopo l’agguato, alcuni membri della sua famiglia sono usciti in strada e sono stati visti accanto al suo corpo, piangendo.

Nessun arresto al momento.

La Polizia ha risposto alle 21.18 di ieri sera (ore 2 in Italia) a una chiamata nella zona di Todt Hill, facendo riferimento a una casa di proprietà di Rosaria Inzerillo.

Calì era considerato una figura unificante nella mafia statunitense, negli anni successivi a quando John Gotti fu condannato e mandato in prigione. A differenza di Gotti – che andava in giro ben vestito tra la fine degli anni 80 e i primi degli anni 90 – Calì aveva scelto di mantenere un profilo basso.

Secondo i media statunitensi, si tratta del primo assassinio di rilievo negli ambienti della criminalità organizzativa di New York dal 1985, quando fu ucciso Paul Castellano.

Categorie
attualità
Facebook
Video

CORRELATI