Nicosia, rubavano bevande e merende dai self-24: arresti domiciliari per 13 minorenni

Arresti domiciliari, tecnicamente permanenza in casa, per 13 minorenni accusati di furto aggravato in concorso e danneggiamento.

I carabinieri della compagnia di Nicosia (Enna) hanno sgominato la banda per la quale il gip del Tribunale per i minorenni di Caltanissetta, su richiesta della Procura dei minori nissena, ha comminato 13 misure cautelari di permanenza in casa.

I minorenni sono accusati di avere danneggiato apparecchi che distribuiscono bevande o merende, rubandone il contenuto.

Le telecamere di sorveglianza, delle quali i minorenni non si sono assolutamente curati, hanno documentato 10 furti, un tentativo di furto e un danneggiamento di apparecchiature collocate nel centro di Nicosia, in un’apposita area self-24.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI