Non gradisce la cena e picchia la moglie: arrestato un uomo di 29 anni a Trecastagni

Un uomo di 29 anni è stato arrestato a Trecastagni, nel Catanese, in flagranza per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. I Carabinieri hanno risposto alla richiesta telefonica d’aiuto della compagna, di 31 anni, la quale, al loro arrivo, ha riferito di essere stata ancora una volta picchiata dal marito.

Il motivo scatenante sarebbe stato il non gradimento della cena da parte dell’uomo, che avrebbe lanciato il piatto nel tinello, pretendendo che anche le figlie di 14 mesi, 6, 9, e 14 anni facessero altrettanto. Secondo quanto ricostruito, l’uomo avrebbe quindi afferrato la donna per il collo tentando di strangolarla ma le figlie, a difesa della madre, si sarebbero intromesse facendolo desistere. Poi l’avrebbe minacciata di “toglierle i figli” e di non denunciarlo.

La vittima è stata condotta presso la guardia medica di Pedara dove il medico le ha diagnosticato ecchimosi all’avambraccio destro e lesioni da iniziale strozzamento al collo; qui la donna ha deciso di denunciare, evidenziando il comportamento violento dell’uomo, con cui aveva una relazione da 17 anni, e sempre viziato da un’immotivata gelosia.

L’uomo, che ora è stato posto ai domiciliari, l’aveva anche privata del cellulare e costretta a seguirlo al lavoro per non lasciarla sola.

FINCANTIERI, A PALERMO LA COSTRUZIONE DI UNA NAVE MILITARE DEL QATAR

MARSALA, “INDENNITÀ DI DISOCCUPAZIONE INDEBITE”: INDAGATE 199 PERSONE

LA SICILIA TORNA IN ZONA BIANCA, ORA È UFFICIALE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI