Nuovi medicinali per patologie gravi e invalidanti nelle farmacie della Sicilia

Nuovi medicinali per la cura di patologie gravi e invalidanti saranno distribuiti dalle farmacie private e convenzionate dislocate su tutto il territorio siciliano, per venire incontro alle esigenze dell’utenza più fragile. Lo prevede il nuovo accordo sottoscritto dall’assessorato regionale della Salute, da Federfarma Sicilia, dall’Associazione distributori farmaceutici e Federfarma Servizi, e approvato da un decreto del dipartimento regionale per la Pianificazione strategica, in vigore dal primo aprile.

La principale innovazione consiste nell’estendere a nuove classi di farmaci inclusi nel PHT (Prontuario della distribuzione diretta per la continuità assistenziale ospedale-territorio) l’erogazione mediante il canale delle farmacie aperte al pubblico (Distribuzione per conto), tenuto conto della loro capillare presenza sul territorio. In particolare, l’Asp di Palermo è stata individuata come capofila per centralizzare l’acquisto dei farmaci per tutta la Regione. I pazienti potranno trovare nelle farmacie sotto casa gli interferoni e il Glatiramer acetato adottati nelle terapie per la sclerosi multipla, una serie di medicinali per gravi patologie cardiovascolari (Ticagrelor, Prasugrel) e per la cura dell’osteoporosi (Denosumab).

“Le farmacie private e convenzionate rappresentano un presidio prezioso su tutto il territorio della nostra Isola – dichiara il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci – strumento fondamentale nella erogazione agli assistiti di servizi volti a migliorare l’efficacia e la qualità del servizio sanitario pubblico. Questa nuova iniziativa consentirà di essere più vicini alle esigenze dei pazienti, riducendone i disagi nell’accesso alle cure”.

Attraverso quest’accordo, Federfarma garantisce anche il mantenimento di una piattaforma informatica dedicata alla “Distribuzione per conto” e di un’altra piattaforma digitale per la gestione dei piani terapeutici.

VACCINI, FIGLIUOLO FISSA I TARGET

COVID, IL CTS VALUTA LE RIAPERTURE MA IN SICILIA…

VACCINI, L’ITALIA VUOLE ACCELERARE MA LE REGIONI ATTENDONO PIU’ DOSI

MAFIA, 14 ARRESTI PER LA SPARATORIA DI LIBRINO

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI