Ok alle Regioni: dal 18 possono riaprire bar, ristoranti, negozi, barbieri e parrucchieri

Non possiamo definirla una notizia sensazionale perchè era già attesa da tempo. Ma la riapertura, a partire da lunedì 18 maggio, per grand parte delle attività produttive diventa un importante momento della fase 2 del Paese.

Dalla riunione tra il Governo centrale e le Regioni filtra quella che possiamo ormai definire l’ufficialità. La Regione siciliana, grazie a numeri “sanitari” assolutamente sotto controllo (solo la Calabria finora in percentuale ha avuto meno casi) può riaprire quasi tutto.

Tra giovedì 14 e venerdì 15 maggio, sulla base dei dati del monitoraggio, arriveranno le linee guida per consentire alle Regioni di riaprire dal 18 maggio commercio al dettaglio, bar e ristoranti, estetisti e parrucchieri. Le linee guida e i protocolli di sicurezza saranno indicati per ogni attività, viene spiegato, perché possano riaprire nella massima sicurezza.

Inizia dunque una sorta di fase della responsabilità per le Regioni. Il ministro delle Autonomie Francesco Boccia avrebbe comunque detto che il governo avrà la possibilità di intervenire nel caso in cui, in base all’andamento dei dati sulla curva del contagio e dei criteri definiti dalla circolare del ministero della Salute, fosse necessario bloccare una nuova diffusione del virus.

Con ogni probabilità, sempre tenendo presenti i numeri del contagio, Musumeci autorizzerà dall’1 giugno anche la possibilità di “allentare” i confini dell’isola.

MASCHERINE A 50 CENTESIMI INTROVABILI: ECCO PERCHE’

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DELL’11 MAGGIO 2020

IL BOLLETTINO NAZIONALE DELL’11 MAGGIO 2020

 

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI