Omicidio a Naro del 2018: confermata la condanna a 30 anni per padre e figlio

I giudici della Corte di assise d’appello di Palermo hanno confermato la condanna nei confronti di Vasile Lupascu, 45 anni, e il figlio Vladut Vasile, 20 anni per l’omicidio avvenuto avvenuto a Naro (Ag) l’8 luglio del 2018.

Condanna a 30 anni confermata, anche se viene esclusa l’aggravante dei futili motivi. Per i giudici di secondo grado, entrambi sono gli autori del brutale omicidio, a colpi di zappa e spranga, dell’agricoltore trentasettenne Costantin Pinau.

La rappresaglia – secondo quanto è emerso nel processo – sarebbe stata organizzata dopo la rottura di uno specchietto dell’auto di Lupascu padre. La pena è ridotta di un terzo per effetto del giudizio abbreviato. L’esclusione dell’aggravante – unica modifica rispetto al verdetto di primo grado – non ha cambiato la pena inflitta.

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 23 NOVEMBRE 2020

IL BOLLETTINO NAZIONALE DEL 23 NOVEMBRE 2020

LETIZIA BATTAGLIA: “ORLANDO NON SI TOCCA”

CATANIA, MAXI OPERAZIONE ANTIDROGA

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI