Omicidio alla Vucciria, svolti i funerali privati di Burgio. Niente permesso per il padre

Si sono svolti in forma privata i funerali di Emanuele Burgio, l’uomo assassinato la notte tra domenica 30 e lunedì 31 maggio in via dei Cassari, zona Vucciria a Palermo. La cerimonia si è tenuta al cimitero di Sant’Orsola e la salma è stata già tumulata in un loculo acquistato dalla famiglia.

Il questore di Palermo Leopoldo Laricchia, dopo i caroselli per strada, i manifesti con il ritratto del defunto e i fuochi d’artificio in vari quartieri, aveva vietato cerimonie pubbliche. Per motivi di sicurezza, il magistrato di sorveglianza ha rigettato l’istanza di concedere al padre di Emanuele Burgio, Filippo, un permesso per partecipare al funerale.

La richiesta era stata presentata dall’avvocato Giuseppe Farina. Filippo Burgio è rinchiuso nel carcere di Voghera dove sconta una condanna per mafia ed estorsioni.

COVID IN SICILIA, DATI MOLTO FAVOREVOLI NELL’ULTIMA SETTIMANA 

COVID, DA OGGI COPRIFUOCO A MEZZANOTTE

VACCINI, IN SICILIA NUOVO RECORD GIORNALIERO 

 

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI