Omicidio Calcagno, arrestato l’assessore al Turismo del Comune di Palagonia

Antonino Ardizzone, 45 anni, assessore del Comune di Palagonia con delega alle Attività ricreative, sport, turismo e spettacolo, è stato arrestato da Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando provinciale etneo e dai colleghi della Compagnia di Palagonia per concorso nell’omicidio di Francesco Calcagno, assassinato nel 2017. L’ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata emessa dal gip su richiesta della Procura etnea.

Ardizzone, secondo la tesi dell’accusa, avrebbe fatto da tramite tra il mandante ed alcuni esponenti di rilievo della cosca mafiosa della ‘Stidda’ per “ingaggiare” il killer che avrebbe dovuto vendicare la morte di Marco Leonardo, ucciso da Calcagno. Nei confronti di Ardizzone sarebbero emersi gravi indizi di colpevolezza.

La vicenda risale all’agosto del 2016. Marco Leonardo, consigliere comunale di Palagonia, era stato ucciso a colpi di pistola proprio da Francesco Calcagno che poi aveva confessato l’omicidio sostenendo di avere agito per legittima difesa. Calcagno aveva scontato un periodo di detenzione in carcere e poi era tornato in libertà.

Quasi un anno dopo, nel settembre del 2017, Calcagno venne assassinato con alcuni colpi di arma da fuoco e di questo omicidio venne ritenuto responsabile il 54enne Luigi Cassaro, identificato in un video e già condannato a 30 anni di reclusione con sentenza definitiva come esecutore materiale del delitto.

Le indagini vanno avanti ora nel tentativo di individuare altre persone coinvolte a vario titolo nel delitto.

COVID, IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 18 GENNAIO 2022

PALERMO, ANCORA BATTAGLIA IN CONSIGLIO COMUNALE SUL PIANO DI RIEQUILIBRIO

MESSINA, CONTINUA LA PROTESTA DEL SINDACO DE LUCA: COMINCERÀ ANCHE LO SCIOPERO DELLA FAME

TRATTA DI ESSERI UMANI, QUATTRO NIGERIANI ARRESTATI

 

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI