Omicidio stradale di Vittoria, Calderoli: “Modificare la legge per introdurre l’ergastolo”

Sul terribile omicidio stradale di Vittoria è intervenuto ieri – venerdì 12 luglio – anche Roberto Calderoli, esponente della Lega e vicepresidente del Senato.

L’ex ministro delle Riforme ha chiesto che al responsabile della morte di uno dei due piccoli investiti con il Suv, sotto effetto di alcol e droga, (all’altro sono state amputate le gambe ed è tuttora in pericolo di vita e ricoverato in prognosi riservata al Policlinico di Messina) sia dato il massimo della pena.

“Prima di tutto – ha dichiarato Calderoli – una preghiera per questi due bambini falciati a Vittoria, per quello che non c’è più e per quello che lotta per una vita che dovrà poi affrontare senza le gambe. Una tragedia che toglie il respiro, che lascia sgomenti. Poi c’è lui. Un delinquente, un criminale pregiudicato per porto d’armi abusive e spaccio di stupefacenti, che viaggiava fatto di cocaina, con a bordo altri delinquenti legati alla mafia, che corre nelle strade cittadine come se fosse su una pista di formula 1, che travolge due bambini e scappa senza soccorrerli”.

“Eppure li ha visti, li avrà guardati dallo specchietto mentre erano sull’asfalto… eppure è scappato – ha continuato Calderoli – Nella scorsa legislatura abbiamo votato la legge sull’omicidio stradale che con tutte queste aggravanti arriva a prevedere un massimo di 18 anni. Ma qui andiamo oltre, qui siamo oltre, e mi chiedo perché questo criminale un giorno possa tornare libero. Per questo presenterò una proposta modifica di legge per introdurre l’ergastolo nei casi più gravi, dove ci sia il dolo nell’omissione di soccorso. Perché uno così non dovrà non sono non guidare mai più un’automobile ma neppure tornare in libertà”.

M5S: “GIUSTIZIA DURA CON IL RESPONSABILE” – “Esprimiamo tutta la nostra solidarietà alle due famiglie del terribile omicidio stradale di Vittoria di giovedì sera, ed auspichiamo che la giustizia sia ferma e dura nei confronti del responsabile”. Lo dicono i deputati regionali del Movimento 5 Stelle. I tantissimi vittoriesi per bene – hanno aggiunto – devono fare fronte comune contro determinati comportamenti che non sono propri del vivere civile e che appartengono ad una cultura mafiosa da estirpare e combattere con ogni mezzo. Non è possibile che due bambini la cui unica ‘colpa’ è stata quella di giocare sull’uscio di casa, siano stati falciati da un suv a folle corsa”.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI