Open Arms, Salvini sarà imputato anche a Palermo. L’ex ministro: “Sono tranquillo”

L’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini sarà ufficialmente imputato a Palermo per l’inchiesta Open Arms. Al Palazzo di Giustizia sono arrivate dal Senato le carte che contengono l’ultima autorizzazione a procedere votata il 31 luglio, per i 107 migranti rimasti sette giorni sulla ‘Open Arms nell’agosto 2019, al largo di Lampedusa’.

I faldoni sono stati consegnati al Tribunale dei Ministri, che li ha girati alla Procura: ora i pubblici ministeri si apprestano a chiedere la fissazione di un’udienza preliminare. Salvini è già imputato a Catania per sequestro di persona aggravato e l’udienza è in programma per il 3 ottobre: in quel processo – scrive Repubblica che anticipa la notizia – la parte offesa sono i 134 bloccati dalla motonave della Guardia Costiera Gregoretti per cinque giorni, nel luglio dell’anno scorso.

“Sono tranquillo – ha commentato Salvini a Radio24 -. Difendere i confini, le leggi, le regole e l’onore del mio Paese era un dovere: ho posto fine a una vergogna e lo dirò in uno, due, tre processi. I minori sbarcarono, ma non mi risulta alcuna comunicazione del premier Conte sugli altri migranti”.

AMAT, RIPARTE IL CONCORSO PER L’ASSUNZIONE DI 100 AUTISTI

 

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI