Operazione antimafia “Gordio”, scarcerato un imprenditore di Partinico

Il gip di Palermo Lirio Conti ha revocato l’arresto e disposta l’immediata scarcerazione (senza alcuna altra misura cautelare) per l’imprenditore del settore vinicolo Ottavio Lo Cricchio, che era le decine di persone destinatarie di misura cautelare nell’ambito della recente operazione antimafia denominata “Gordio”.

Secondo il Gip, infatti, vi sarebbero “spiegazioni alternative alle condotte ritenute illecite” per quanto riguarda la posizione dell’imprenditore di Partinico, che resta dunque indagato ma in stato di libertà e la cui posizione è stata valutata in seguito alle dichiarazioni rese dallo stesso Lo Cricchio nel corso dell’interrogatorio di garanzia.

Inoltre non sarebbero stati ravvisati contatti tra l’imprenditore e Michele Vitale (53 anni, anche lui destinatario di misura cautelare): l’unico incontro tra i due sarebbe stato già chiarito dall’imprenditore e anche dagli interrogatori di garanzia di altri soggetti indagati emergerebbero elementi a suo favore. In ogni caso gli indizi a carico “non possono più ritenersi qualificati dal requisito della gravità richiesto dall’articolo 273 del codice di procedura penale”, scrive il Gip.

VARIANTE DELTA, AUMENTANO I CASI ACCERTATI IN SICILIA

LAMPEDUSA, ALTRO SBARCO DI MIGRANTI: HOTSPOT IN AFFANNO

MINEO, DENUNCIATI 34 ‘FURBETTI’ DEL BUONO SPESA

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI