Operazione antiterrorismo, le reazioni. Salvini: “Scafisti e terroristi, a casa!”

Dopo gli arresti eseguiti dai carabineri su mandato della Dia di Palermo, arrivano le reazioni e i commenti del mondo politico sull’operazione legata all’antiterrorismo e alla lotta all’immigrazione clandestina. E il primo a prendere posizione è il ministro dell’Interno, Matteo Salvini.

Salvini lo fa attraverso i social e con un messaggio diretto (anche sarcastico, vista la faccina sorridente presente nella versione originale): “Altro che farne sbarcare altri o andarli a prendere con barconi e aerei, stiamo lavorando per rimandarne a casa un bel po. Scafisti e terroristi: a casa!!!”

GIANFRANCO MICCICHE’ (PRESIDENTE ARS – FORZA ITALIA) – A margine del convegno “Liberi di associarsi”, Miccciché afferma: “Sul tema degli sbarchi dei migranti, mi sono confrontato con il presidente della commissione Antimafia dell’Assemblea Regionale Siciliana, Claudio Fava, che mi ha detto che, il primo giorno disponibile, chiederà di avere parola a Sala d’Ercole. E penso che chiederà un dibattito d’aula sull’argomento. Ritengo che da quel dibattito si possa formare una sottocommissione dell’antimafia, perché nel mondo dell’immigrazione c’e’ tanta delinquenza e, probabilmente, tanta mafia”.

LEOLUCA ORLANDO (SINDACO DI PALERMO) – “L’operazione antiterrorismo condotta oggi dai ROS e coordinata dalla Procura di Palermo conferma quanto sostengo da tempo e cioè che le politiche di criminalizzazione dei migranti non fanno altro che aiutare le organizzazioni criminali.

E conferma soprattutto, quasi in modo clamoroso, quello che è sotto gli occhi di tutti: chi vuole venire in Italia in collegamento con organizzazioni terroristiche non viene certo sui barconi dei migranti rischiando la vita. Così come i grandi boss della mafia non girano certo con il lapino sgarrupato, i criminali internazionali non vengono in Italia sui barconi ma su potenti gommoni fuoribordo che in poche ore e su rotte poco trafficate li portano sulle coste siciliane”.

FABIO CANTARELLA (LEGA) – Il responsabile enti locali della Lega in Sicilia commenta così l’operazione eseguita dai Ros: “L’operazione della Dia di Palermo conferma quanto temevamo e cioè che i signori dell’immigrazione clandestina sono gli stessi tagliagole dell’Isis. L’indagine accende i riflettori sui cosiddetti ‘sbarchi fantasma’  sulle nostre coste e dimostra che la linea dei porti chiusi non solo è giusta ma in certi casi non basta”.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI