orlandodiffida la regione in tema di rifiuti

Orlando: “Decreto Sicurezza disumano e criminogeno, faccio solo il mio dovere di sindaco”

Leoluca Orlando passa al contrattacco. Prosegue lo scontro a distanza tra il ministro dell’Interno Matteo Salvini e il sindaco di Palermo, che in conferenza stampa ha attaccato duramente il decreto Sicurezza (la cui applicazione nel capoluogo siciliano è stata sospesa) definendolo “disumano e criminogeno”.

In conferenza stampa Orlando ha affermato: “Il Governo nazionale ha gettato la maschera con il decreto 132/2018, si tratta di un provvedimento disumano e criminogeno. Ho fatto il mio dovere di sindaco, ho visto reazioni scomposte da parte di esponenti del governo nazionale. Si trasforma chi è legale in illegale, sono soggetti in regola che hanno ottenuto il permesso di soggiorno”.

E a chi definisce la sospensione come un atto di ‘disobbedienza civile’ Orlando ha replicato così: “È una corretta applicazione dei miei doveri istituzionali. Invierò una copia del testo all’Anci nazionale e ai sindaci più fortemente interessati alla vicenda dell’immigrazione. Palermo non vuole essere un modello. Ho fatto una cosa assolutamente normale. L’idea che chi rispetta i diritti umani sia un eversivo è una idea che mi fa impazzire. Dubbi circa l’applicazione della legge? Bisogna attenersi alla disposizione del sindaco”.

Ai commenti di Salvini, il sindaco di Palermo ha risposto con ironia: “Lasciate che Salvini giochi a cricket, io gioco a volley. Giochiamo due sport diversi, due partite su due campi diversi”.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI