Orlando e la guerra ai rifiuti, la comunicazione social diventa… aggressiva

La campagna del Comune di Palermo contro il comportamento incivile dei cittadini da ieri ha un nuovo tassello: la pubblicazione delle segnalazioni dei cittadini (foto e video) sulla pagina pubblica di Facebook del sindaco Leoluca Orlando.

Infatti, dopo avere attivato il numero di telefono 348.8727800 (da usare in chiave WhatsApp o Telegram) e la mail segnalazioni@comune.palermo.it, Orlando ha scelto di aumentare il livello di ‘aggressività’ contro i palermitani che non rispettano le regole.

L’attacco dei post – ieri ne sono stati pubblicati tre – è lo stesso: “Caro guidatore e caro proprietario del camion CLXXXXX, non vi vergognate?”; “Cari proprietario e guidatore del furgoncino CX000AA, non vi verognate?”; “Cari residenti di via Laurana n. XX, non vi vergognate?”.

Pur eliminando opportunamente ogni elemento con cui si possa risalire agli autori dei misfatti, la strategia di Orlando è chiara: utilizzare i social media per colpevolizzare i palermitani ‘incivili’. Insomma, una sorta di deterrente, il cui messaggio è: ‘Hai sporcato? Qualcuno potrebbe averti visto, ti ha fotografato o filmato e il sindaco pubblicherà la denuncia sui suoi social’.

In questo modo, magari, un cittadino ci dovrebbe pensare due volte prima, ad esempio, di gettare i rifiuti oltre la fascia oraria per il deposito (in estate dalle 18 alle 22) o di non utilizzare il servizio della Rap per il ritiro dei rifiuti ingombranti.

Comunque, scorrendo i commenti pubblicati sui tre post sull’argomento condivisi da Orlando, sembra che la maggioranza dei suoi follower sia d’accordo con la strategia dell’amministrazione: fare vergognare gli ‘incivili’.

Poi, che la RAP debba fare bene il proprio lavoro, è un’altra questione…

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI