Trapani: neonato trovato con il cranio fracassato, la madre è una 17enne

Macabro e terribile ritrovamento a Trapani, dove è stato rinvenuto il corpo di un neonato con il cranio fracassato ed il cordone ombelicale ancora attaccato.

La madre, una ragazza di 17 anni, è stata identificata e interrogata: “Avevo paura di dire ai miei genitori che ero incinta. Temevo la loro reazione. Sono disperata”, sarebbero le parole pronunciate dalla giovane secondo quanto riferito dall’agenzia Adnkronos. La Procura dei minori ha aperto un fascicolo.

Il ritrovamento è avvenuto nell’atrio di un cortile condominiale in via Francesco De Stefano. A scoprire il cadavere sarebbe stato un abitante del complesso residenziale. Una prima ipotesi investigativa è che il piccolo sia stato gettato dalla finestra dopo il parto. I genitori della 17enne (anche loro ascoltati dagli inquirenti) della 17enne non avrebbero saputo della gravidanza della figlia.

Solo ieri a Ragusa era stato trovato per caso da un passante un altro neonato ancora in vita, in un contenitore dei rifiuti. Le sue condizioni ora sono buone.

RAZZA CONTRO LA ZONA ARANCIONE: “LA SICILIA NON É INDIETRO”

RAZZA, IL PD PRESENTA MOZIONE DI “SFIDUCIA”

SICILIA, CARTELLINO…. ARANCIONE

LA SICILIA È ZONA ARANCIONE: COSA È PERMESSO E COSA È VIETATO

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI