sanità altri quattro nuovi direttori nominati tra palermo e trapani

Palermo, a Villa Sofia aggredito un medico di guardia. “Serve maggiore attenzione”

Altra aggressione negli ospedali palermitani. Un medico di guardia del Pronto Soccorso Pediatrico di Villa Sofia è stato aggredito nella serata di venerdì 22 luglio.

La dottoressa in servizio è stata ripetutamente spintonata dai genitori di un piccolo paziente che, come accaduto altre volte, si rifiutavano di far fare il tampone nasale per escludere positività al Covid. Sono intervenuti i Vigilantes e la Polizia. Il piccolo paziente è alla fine risultato positivo al Covid e per questo trasferito al Di Cristina. Il medico vittima dell’aggressione ha sporto denuncia nei confronti dei genitori del paziente.

Giuseppe Bonsignore segretario regionale CIMO (Confederazione Italiana Medici Ospedali), afferma in merito: “Altra aggressione ai danni di un medico ospedaliero a Villa Sofia. Ieri sera è toccato, a un medico di guardia del Pronto Soccorso Pediatrico. Nonostante gli appelli ripetuti non si riesce ad arginare questo crescendo di episodi di violenza nei confronti dei medici ospedalieri. Sono fatti incresciosi che meriterebbero maggiore attenzione da parte di chi è preposto alla tutela e alla incolumità del personale sanitario”.

COVID, AL VIA ANCHE A PALERMO E PROVINCIA LE QUARTE DOSI DI VACCINO IN FARMACIA

REGIONALI, AL VIA LE PRIMARIE DEL CENTROSINISTRA: SI VOTA ONLINE O NEI GAZEBO

REGIONALI, I SEGRETARI DEI PARTITI DI CENTRODESTRA ALL’ARS PRONTI A PROPORRE CANDIDATURE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI