Palermo, addio a Fabio Carapezza: era figlio adottivo di Renato Guttuso

Addio a Fabio Carapezza Guttuso, figlio adottivo ed erede legittimo di Renato Guttuso. L’uomo, ex commissario del Teatro Massimo, è deceduto all’età di 68 anni. Tanti i messaggi di cordoglio per l’uomo adottato dal pittore in punto di morte.

Il sindaco di Palermo, Roberto Lagalla,  ha rivolto “le più sentite condoglianze da parte mia e di tutta l’amministrazione comunale ai familiari di Fabio Carapezza Guttuso, ex commissario del Teatro Massimo, prematuramente scomparso. Instancabile uomo del fare, ha dato un contributo prezioso al mondo della cultura, alla nostra città e ha condotto il Teatro al di fuori di una grave crisi finanziaria facendolo rinascere. Palermo oggi si stringe al dolore di quanti lo hanno conosciuto e apprezzato”.

Anche il sindaco di Bagheria Filippo Maria Tripoli a nome suo e di tutta la Giunta, il presidente del Consiglio comunale Michele Sciortino e tutto il consiglio comunale “partecipano al dolore della moglie Tiziana e della famiglia Carapezza per la prematura scomparsa di Fabio Carapezza Guttuso, generoso ed attivo mecenate che con instancabile impegno ha dato per anni un fondamentale contributo allo sviluppo del Museo Guttuso”.

L’assessore alla Cultura, Giampiero Cannella parla di un “uomo di immensa cultura e di altissima professionalità che ha ricoperto con grande autorevolezza, impegno e spirito di appartenenza importanti ruoli istituzionali, tra i quali quello di commissario del Teatro Massimo di Palermo. La sua figura resterà per sempre esempio di dedizione alla città”.

MARSALA, PASTICCIERE PALERMITANO TROVATO MORTO NELLA SUA AUTO: AVEVA 35 ANNI

MAFIA, ARRESTATE 19 PERSONE TRA PALERMO, BARI E TARANTO: C’È ANCHE CANONICO DEL FOGGIA

BLITZ ANTIMAFIA CONTRO IL CLAN LAUDANI NEL CATANESE: 21 ARRESTI CON OLTRE 200 CARABINIERI

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI