Palermo, Anello (Lega): “Ballarò regno della mafia nigeriana, esperimento fallimentare”

Alessandro Anello, consigliere comunale della Lega e segretario del partito nella Città metropolitana di Palermo, ha commentato l’operazione ‘Black Axe’, che ha portato all’arresto di quattro nigeriani.

“A Palermo il falso mito dell’integrazione a tutti i costi si incarna nell’esperimento sociale fallimentare del sindaco Orlando nel quartiere Ballarò. Quello che era un mercato storico ricco di colori e tradizioni oggi è il regno della mafia nigeriana dove dilagano prostituzione e droga”, afferma Anello.

“Un pezzo della città antica divenuto di fatto una colonia africana dove si annidano anche criminali, sbarcati presumibilmente senza documenti e visti – continua – . I nuovi boss che arrivano da lontano. Tutto questo negli anni di governo del sindaco ‘disobbediente’ che nel 2019 si oppose al Decreto sicurezza voluto dall’allora ministro dell’Interno Matteo Salvini, dando ordine agli uffici comunali di non applicare alcune norme della legge. Una battaglia ideologica con il risultato che gli unici a festeggiare sono scafisti e sfruttatori di esseri umani”.

MESSINA, CONTINUA LA PROTESTA DEL SINDACO DE LUCA: COMINCERÀ ANCHE LO SCIOPERO DELLA FAME

BORGETTO, RIPRESI DALLE TELECAMERE MENTRE SPACCIAVANO DROGA: 12 ORDINANZE CAUTELARI

TRATTA DI ESSERI UMANI, QUATTRO NIGERIANI ARRESTATI

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI